Volterra che racconta - Manifestazioni tematiche, spettacoli, concerti e feste popolari

PROCESSO A UN CITTADINO

da Pro Archia poeta di Cicerone   Compagnia Torino Spettacoli produzione  scritto e diretto da Piero Nuti con Piero Nuti e Elia Tedesco   Il concetto di cittadinanza è mobile, si è evoluto e continua a evolversi in relazione al periodo storico, al territorio, alle civiltà e alle istituzioni: si adatta per rispondere ai fenomeni politici, sociali, culturali ed economici. Variano i contenuti stessi della cittadinanza, in termini di diritti e doveri dei cittadini, e variano i criteri per l’acquisizione della cittadinanza. Dal mondo antico alla cittadinanza globale, le suggestioni sono molte. Correva l’anno 62 a.C. quando Cicerone assunse la difesa di Archia che era stato attaccato in realtà per interessi politici per colpire indirettamente L. Licinio Lucullo, uomo di spicco e nemico di Pompeo Magno. La famiglia dei Luculli aveva da sempre accolto poeti e filosofi e tra loro figurava anche l’imputato Archia. Il processo fu intentato in seguito all’approvazione della Lex Papia, con la quale si espellevano gli stranieri da Roma e si cercò di far ricadere Archia all’interno di questa categoria affermando che non era in possesso della cittadinanza. Cicerone, vecchio discepolo di Archia, durante la sua arringa presenta come ovvio il diritto di cittadinanza e evidenzia i grandi meriti del poeta, atti a valergli la cittadinanza anche nel caso non la possedesse. Uno dei temi ricorrenti in modo frequente all’interno dell’orazione è quello dell’humanitas e quelli, ad esso strettamente collegati, degli studi e della concezione del poeta. Infatti questi concetti costituiscono il leit motiv di tutta l’orazione, sia perché si tratta di un processo intentato contro un poeta, sia perché la lunga digressio è, in sostanza, la celebrazione dell’humanitas. Appare evidente da un attento esame dell’orazione che Cicerone consideri il processo contro Archia come un processo contro l’humanitas. Questa orazione vuole sottolineare l’importanza per ogni uomo di crearsi un solido bagaglio culturale e una buona padronanza dell’arte della parola, che sono competenze essenziali per i cittadini romani, soprattutto per coloro che intendono svolgere un’attività pubblica. Un testo che è una miniera e una scoperta.

Organizzato da: PROGETTO CITTÀ

Teatro Romano - Volterra

  23 Luglio

  DALLE 21:30 ALLE 22:30

Eventi simili

in evidenza

Festa di San Lorenzo

Tradizionale festa popolare in onore del patrono della frazione di Mazzolla

in evidenza

Masterclass Musica Barocca Internazionale

Diretta dal Maestro Carlo Ipata

in evidenza

Notte Rossa

La notte rossa “Omaggio a Volterra” anima con musica, teatro, foto e altre forme d’arte e di spettacolo in circa 30 location all’interno del centro storico di Volterra. Nella settimana  precedente sono previsti una serie di interventi dal titolo “Aspettando la Notte Rossa”. E’ l’evento più amato dai cittadini di Volterra.

in evidenza

Incontro di Biodanza

Musica e movimento espressivo

Made with
Live Signage